fbpx

Cos’è la stampa digitale

La stampa digitale è una tecnica di stampa sempre più diffusa e utilizzata in tutti i settori, da quello commerciale a quello editoriale fino al packaging. La veloce evoluzione delle tecnologie usate per la stampa digitale di grande formato hanno permesso a questo processo di stampa di diventare sempre più competitivo rispetto alle tecniche di stampa tipografiche o offset.

Ma cosa si intende, esattamente, per stampa digitale? Quali vantaggi offre? Che differenze ci sono tra la stampa digitale e la stampa offset? In questo articolo, vedremo che cos’è la stampa digitale, quali sono le sue applicazioni, perché sceglierla rispetto alla stampa offset e in che direzione sta evolvendo questa tecnica di stampa.


La stampa digitale è un  sistema di stampa basato su tecnologie che permettono l’invio di file digitali da un personal computer o altro dispositivo elettronico alla stampante. I file, trasmessi in formati come PDF, TIF, JPG o altri formati elettronici grafici, possono essere stampati su supporti di diversi materiali, come  cartacartone pannelli rigidi di vari materiali (forex plexiglassalluminio legno, ecc.), PVC telatessuti o altro.

Nel processo di stampa digitale, l’inchiostro viene impresso direttamente sul supporto da stampare.

La stampa digitale per uso domestico utilizza generalmente stampanti laser o inkjet  mentre quella industriale per il grande formato utilizza la stampa UV latex, a solvente ecosolvente e sublimatica. La stampa digitale non richiede l’uso delle lastre o delle matrici usate per la stampa tipografica. Questo rende la stampa digitale particolarmente adatta anche per basse tirature, che con la stampa offset non sono sostenibili perché troppo costose.

Con la  stampa digitale online, si possono realizzare opuscoli depliantbrochure cartolinebuste  e ogni altro materiale commerciale e di marketing. L’efficienza e la qualità raggiunte oggi dalle tecnologie usate per la stampa digitale, permettono di applicarla anche a supporti diversi, come tela  o pvcsupporti rigidi , come legnoplexiglass  e alluminio, e di grande formato per la  stampa di locandineposter e  striscioni.

La stampa digitale garantisce una resa ottimale sia in termini di alta definizione che di colori grazie a sistemi di gestione della stampa che permettono all’immagine di mantenere lo stesso aspetto a prescindere dal supporto su cui viene riprodotta.

I vantaggi della stampa digitale

La stampa digitale ha rivoluzionato il mondo della stampa. Grazie alla digitalizzazione dei processi di stampa, è oggi possibile stampare qualsiasi immagine, grafica o testo su qualsiasi tipo di supporto, in tempi velocissimi, a costi contenuti e con risultati di alta qualità.

Ma quali sono, esattamente, i vantaggi della stampa digitale rispetto alla  stampa offset?

La stampa digitale è più economica della stampa tipografica, soprattutto sulle piccole tirature. Questo sistema di stampa, infatti, non richiede la preparazione di lastre o matrici, l’allestimento della macchina e i tempi di avvio, che rappresentano le maggiori voci di costo della stampa offset;Per gli stessi motivi,  la stampa digitale ha tempi molto più rapidi della stampa tipografica e permette di eseguire lavorazioni anche last-minute;La stampa digitale non ha una tiratura minima , qualsiasi quantità può essere stampata senza incidere sul costo della singola copia;La stampa digitale permette correzioni  e modifiche fino all’ultimo minuto e di creare documenti a dato variabile per personalizzare ogni singola copia;Con la stampa digitale è possibile stampare in alta qualità su grande formato  a costi contenuti;Rispetto alla stampa offset, la stampa digitale permette di stampare su un numero molto più alto di  supporti e materiali, anche rigidi;A differenza che in passato, oggi la stampa digitale ha un livello qualitativo molto elevato , un alto controllo cromatico e una risoluzione  pari a quella della stampa offset.

Stampa digitale e stampa offset: che differenza c’è?

La stampa digitale ha avuto una grande evoluzione negli ultimi decenni e continua a essere un settore a forte sviluppo. Lo stesso vale per la stampa offset, che continua a essere il sistema di stampa più diffuso nell’industria tipografica e che beneficia delle innovazioni apportate dal digitale.

Quali sono le principali differenze tra stampa digitale e stampa offset?

Il processo di stampa offset è di tipo indiretto, in quanto richiede l’uso di una matrice su cui viene creata l’immagine da stampare. Dalla matrice, l’immagine viene impressa sul foglio di carta attraverso un supporto in gomma. Questo sistema ha un costo di avviamento legato alla preparazione della  lastra matrice, che poi non può essere modificata. La stampa offset impone un numero minimo di copie , proprio a causa del costo di realizzazione della matrice che rende molto elevato il costo a copia nelle tirature basse. La stampa offset resta la scelta più conveniente per le grandi tirature .

Il sistema di stampa digitale è di tipo diretto, la matrice viene generata elettronicamente e l’inchiostro viene impresso direttamente sul supporto da stampare. Questo elimina il costo e i tempi di realizzazione della matrice, rendendo  il processo di stampa digitale più veloce di quello offset. Poiché la matrice è elettronica, la stampa digitale consente modifiche al file di stampa  fino all’ultimo minuto prima della messa in produzione. La stampa digitale, inoltre, non impone una tiratura minima, il costo della prima copia è lo stesso della centesima o della millesima, in quando non c’è il costo di realizzazione della matrice da abbattere.

Per quanto riguarda la qualità di stampa, in passato il sistema offset garantiva una resa migliore, mentre oggi i due sistemi di stampa raggiungono una qualità ugualmente elevata.

Tipi di stampa digitale

La stampa digitale comprende molte tecnologie di stampa. Le più diffuse sono la stampa inkjet (a getto d’inchiostro) e la stampa laser, utilizzate per le stampanti consumer per uso domestico. Altre tecnologie per la stampa digitale sono la stampa UV, la stampa latex e la stampa eco-solvente. Vediamo che caratteristiche ha ognuna di queste tecnologie di stampa.

Stampa laser

La stampa laser è la tecnologia di stampa digitale più diffusa, usata nel segmento delle stampanti di largo consumo o domestiche. Le stampanti laser professionali sono utilizzate per realizzare stampati di piccolo formato, come flyer, brochure, pieghevoli, biglietti da visita, locandine o prodotti come cataloghi o calendari. La stampa laser utilizza il toner e raggiunge livelli elevati di qualità, garantendo una prestazione efficiente e tempi rapidi di produzione.

Stampa inkjet

La stampa a getto d’inchiostro, anch’essa per uso domestico, garantisce un’alta qualità nell’ambito della stampa digitale. Viene utilizzata soprattutto per la stampa di fotografie, poster fotografici e calendari.

Stampa UV

La stampa UV è una tecnologia di stampa digitale di tipo industriale, basata sull’uso di raggi ultravioletti. È ideale per stampare su supporti in PVC o altro materiale rigido.

Stampa latex

La stampa latex può essere usata su supporti di qualsiasi materiale, comprese la tela e la stoffa. Ha un’altissima resa fotografica ed è adatta all’uso esterno. È ideale per stampare vetrofanie, adesivi, forex e altri supporti rigidi da esporre all’aperto.

Stampa eco-solvente

La stampa eco-solvent è la versione ecologica della stampa a solvente, oggi quasi completamente superata da latex e UV. È resistente e adatta a stampare prodotti sia per uso esterno che interno.

Evoluzione della stampa digitale: cos’è il web-to-print e il print-on-demand

Tra le maggiori innovazioni apportate dalla stampa digitale online, ci sono il web-to-print  e il print-on demand. Vediamo di cosa si tratta.

Il web-to-print è un sistema di  stampa digitale online che permette di ordinare servizi di stampa tramite il web. Il web-to-print è utilizzato sia per stampare prodotti di piccolo formato come biglietti da visita, cartoline, volantini, ecc…, che di grande formato come cartellonistica, pannelli rigidi, manifesti pubblicitari, roll up, ecc…

I vantaggi del web-to-print sono nelle modalità di ordine e consegna e nella semplicità e rapidità del processo. I prodotti possono essere ordinati online in qualsiasi giorno e orario, senza necessità di raggiungere un negozio fisico o una tipografia, e vengono consegnati tramite corriere direttamente a casa o in azienda. Il cliente ha inoltre la possibilità di consultare e gestire i propri ordini direttamente online, consultare fatture e verificare l’avanzamento di una spedizione.

L’avvento della stampa digitale non ha rivoluzionato solo l’industria tipografica, ma anche quella editoriale. Il servizio print-on-demand  permette alle case editrici di stampare titoli richiesti dai clienti anche in piccolissime tirature, evitando giacenze di magazzino. Con il print-on-demand, i prodotti editoriali vengono stampati in tempo reale e possono essere personalizzati nella carta, nel formato e nelle finiture.

Il print-on-demand è utilizzato anche nel settore del self publishing: gli autori possono auto-pubblicare la propria opera stampando esattamente le copie richieste dai lettori, senza un grande investimento iniziale e senza rischiare i costi delle copie invendute.





Follow by Email
Facebook